CIA Agricoltori Italiani di Treviso

Obbligo tenuta del registro delle concimazioni

cia-treviso-contributi-area-fiscale
Agronomico / CAA / Home / News

Obbligo tenuta del registro delle concimazioni

Con la pubblicazione della Gazzetta Ufficiale n. 37 del 14/02/2022 sono diventate operative due importanti modifiche riguardanti la Direttiva Nitrati, che disciplina l’utilizzo dei fertilizzanti azotati.

– La prima prevede il divieto di utilizzo di attrezzature per lo spandimento a pressione (maggiore di 2 atmosfere) su tutti i terreni con pendenza minore al 15%, per evitare l’emissione di ammoniaca.
La seconda introduce l’obbligo di tenuta del Registro delle Concimazioni anche per le aziende in Zona Ordinaria (ZO), con una Superficie Agricola Utile (SAU) maggiore o uguale a 14,8 ettari.

Fino ad ora il Registro era obbligatorio solo per le aziende situate in Zona Vulnerabile ai Nitrati (ZVN), sempre con SAU ≥ 14,8 ettari.

OBBLIGHI
Il Registro delle concimazioni ha lo scopo di valutare la conformità alle disposizioni normative dell’impiego dei fertilizzanti di cui le aziende effettuano la distribuzione sulle superfici coltivate.
L’obbligo di registrazione delle operazioni di concimazione è stabilito per l’utilizzo di tutti i prodotti che determinano un apporto di azoto ai terreni agricoli, sia questo in forma organica (effluenti di allevamento e materiali ad essi assimilati, fertilizzante disponibili sul mercato), sia questo di sintesi (concimi chimici).
Sono oggetto di verifica, in particolare, i massimali di utilizzo dell’azoto il cui rispetto è previsto dalle norme vigenti, e segnatamente:
1) La quantità di azoto totale di origine zootecnica;
2) La quantità massima di azoto efficiente apportabile per singola coltura, denominato “MAS”;
In allegato potete trovare una tabella con i valori dell’azoto massimo apportabile per ogni coltura.
N.B. – Il Registro deve essere compilato per l’intera SAU aziendale.

ATTENZIONE! Il Registro delle Concimazioni non è una semplice scheda dove si annotano le concimazioni fatte durante la campagna: deve essere obbligatoriamente compilato mediante applicativo regionale A58-WEB, l’unico portale ufficiale della Regione.
Se il Registro delle Concimazioni è stato compilato e definitivamente confermato con l’applicativo regionale, non è necessario disporre in azienda della stampa ai fini di eventuali controlli.

SCADENZE
Il Registro delle Concimazioni deve essere aperto entro e non oltre il mese di Agosto.
Le aziende devono effettuare l’operazione di consolidamento del Registro delle Concimazioni entro il 30 Settembre di ogni anno, pertanto è buona prassi provvedere periodicamente alla registrazione telematica delle fertilizzazioni, complete di tutte le informazioni e congruenti con la scadenza intermedia. Dopo tale termine non sarà possibile modificare gli interventi di fertilizzazione già inseriti nell’applicativo regionale, ma eventualmente solo aggiungere i nuovi interventi.
Successivamente all’apertura e al consolidamento del registro, l’azienda deve effettuare la compilazione definitiva del Registro delle concimazioni entro il 15 Dicembre dell’anno di riferimento.

SANZIONI
Il Registro delle Concimazioni fa parte della Condizionalità ed è oggetto di controlli da parte di AVePa: la non conformità del Registro o la sua assenza possono comportare tagli ai contributi che l’azienda riceve (Domanda Unica, PSR, ecc.). Inoltre le aziende con infrazione saranno nuovamente sottoposte a controllo entro i 2 anni successivi al primo controllo, al fine di verificare la reiterazione dell’infrazione.

COMPILAZIONE DEL REGISTRO
Per redigere il proprio registro aziendale è necessario accreditarsi presso il portale PIAVe della Regione Veneto. Al seguente link potete trovare una guida completa:
http://www.piave.veneto.it/web/operatori/guida-alla-registrazione.
In alternativa, è possibile delegare a CIA la tenuta e compilazione del registro, compilando e inviando la delega che trovate in allegato. Il costo del servizio è proporzionale alle colture presenti in azienda: per un preventivo dedicato potete scrivere a m.albergucci@ciatreviso.it o i.novello@ciatreviso.it.
Alle aziende che intendono delegare la compilazione del registri, chiediamo gentilmente farci pervenite tramite e-mail i DDT o le fatture di concimi/fertilizzanti azotati man mano che vengono acquistati nel corso del 2022.
Sperando di fare cosa gradita, rimaniamo a disposizione per qualsiasi domanda o chiarimento.
In attesa di un vostro gentile riscontro porgiamo cordiali saluti.

shares