CIA Agricoltori Italiani di Treviso

Serena Battiston nuova presidente degli agriturismi “Turismo Verde” CIA Treviso

4 CIA Treviso Turismo Verde
CIA Treviso / Home / News

Serena Battiston nuova presidente degli agriturismi “Turismo Verde” CIA Treviso

Passaggio di testimone alla guida dell’associazione “Turismo Verde” – CIA Agricoltori Italiani Treviso, che riunisce gli agriturismi della provincia di Treviso, con Serena Battiston, 33 anni laureata in scienze delle tecnologie alimentari e titolare dell’agriturismo “Ai Casoni” di Codognè, eletta nuova presidente con Simone Barban, presidente con due mandati all’attivo, che rimarrà come membro del Consiglio Direttivo.
Un consiglio direttivo rinnovato e giovane, per la sezione di Treviso dell’associazione nazionale “Turismo Verde”, con dieci componenti a rappresentanza del tutto il territorio della Marca: Nicola Macchio (agriturismo “Cà Nea” – Resana), Albert Roncat (agriturismo “Il Podere” – Vedelago), Demitri Busatto (agriturismo “Riva dee cioppe” – Possagno), Monica Cohen (agriturismo “Dei Ciliegi” – Zero Branco), Alberto Furlan (agriturismo “Furlan” – San Vendemiano), Marika Drusian (agriturismo “Althea” – Vittorio Veneto), Simone Barban (agriturismo “Dal Moro” – Castelfranco Veneto), Augusto Brunello (agriturismo “Arneroni” – Codognè) e Barbara Guizetti (agriturismo “Forno Antico” – Paderno del Grappa), oltre alla neo-presidente Serena Battiston.

 

“Un onore per me accettare questo importante incarico a guida di un’associazione, come Turismo Verde, che rappresenta tante realtà agrituristiche del nostro territorio.” – dichiara Serena Battiston, neo-presidente Turismo Verde Treviso – “Il mio impegno sarà nel proseguire nel solco di quanto fatto finora, con un approccio al lavoro di squadra e alla coesione tra le nostre realtà agrituristiche, per rafforzare un settore che oggi è chiamato a raccogliere importanti e cruciali sfide in termini di accoglienza turistica e valorizzazione delle eccellenze agricole del territorio.”

 

“Un grande augurio di buon lavoro alla nuova presidente Serena Battiston e un ringraziamento a Simone Barban che, per due mandati, ha guidato l’associazione degli agriturismi CIA Treviso.”dichiara Salvatore Feletti, presidente CIA Agricoltori Italiani Treviso – “La nuova legge regionale sottolinea il ruolo centrale degli agriturismi nella promozione delle eccellenze agricole ed enogastronomiche della nostra provincia, aprendo a nuove opportunità di crescita per le nostra imprese agricole con una potenziale ricaduta positiva per tutto il comparto. Sono fiducioso che la nuova presidente di Turismo Verde porterà energia giovane e dinamismo per raggiungere traguardi significativi.”

 

Turismo Verde è l’associazione che opera in coerenza con le finalità e le strategia di CIA Agricoltori Italiani, affermando la centralità dell’impresa agricola promuovendo la crescita economica, sociale e culturale degli imprenditori agrituristici e di tutti gli operatori dell’agricoltura di servizio e multifunzionale. L’associazione, con l’approvazione del nuovo statuto, vuole aumentare il suo impegno nel perseguire le pari opportunità nello sviluppo dell’attività agricola, promuovendo al contempo il ricambio generazionale nelle imprese e nei sistemi agricoli territoriali.

 

“Ho iniziato il mio impegno come presidente di Turismo Verde Treviso nel 2009 con l’obiettivo di portare  l’associazione a diventare un punto di riferimento di un approccio al fare accoglienza rurale vera e autentica e che puntasse alla qualità e all’etica.” – dichiara Simone Barban, presidente uscente Turismo Verde Treviso –  “Mi ritengo soddisfatto del percorso fatto e dei tanti progetti avviati, a livello provinciale e regionale, per sostenere e aiutare a crescere il settore agrituristico, che oggi è un grande valore aggiunto per il nostro territorio.”

 

L’assemblea è stata anche l’occasione per riconoscere l’impegno e il grande lavoro della famiglia Barban dell’agriturismo “Dal Moro” che prosegue la sua attività agrituristica da 32 anni e ad Aldo Cucchiarato, dell’agriturismo “Ai Porteghi”, per l’importante traguardo della pensione con oltre 30 anni di attività che terminerà a dicembre 2022.

shares